Google+ Followers

Pages

martedì 25 giugno 2013

venerdì 24 maggio 2013

A volte ritornano 2

Avevo di fronte un'estranea, lunghe pause, lunghi silenzi, guardi per terra, in cielo dappertutto e non sai cosa dire, perchè ci sono 10 anni che ci separano, 10 anni che non ci restituirà nessuno e la distanza che c'è tra noi è veramente grande.

Ho dovuto mettere subito in chiaro le cose, non per lei, anzi avrei preferito evitare, ma non potevo.
Le ho chiesto come mai fosse venuta, come mai ora, ma non c'è stata una vera e propria risposta, anzi :" mi aspettavo venissi tu per papà e non l'hai fatto". Eccola lì, la prima "accusa", tu dovevi tu potevi , tu te ne sei andata di casa ecc ecc e da lì c'è stataun lungo elenco di cosa mio marito ha fatto contro i miei genitori. Tutto come sempre insomma. Davanti a me c'era mia mamma e non mia sorella, tutti discorsi suoi, poi per fortuna come è stato aperto il discorso lei stessa lo ha chiuso con un "ma queste sono cose vecchie".

Prima di non riuscirci più l'ho detto " sono felice se tu vieni a trovarmi, se tu mi cerchi, ma non ho intenzione di riallacciare i rapporti con papà e mamma. Son troppo incazzata con lei, troppi casino, non me la sento di ricominciare, mamma è così e non cambierà mai". Lei non se l'aspettava, si è messa a piangere ma non ha detto nulla e dopo un'altra pausa abbiamo cambiato discorso, parlando di tutto e niente, di cavolate. Mi ha chiesto di Ginevra, ma non ha mai fatto il suo nome, dice che ha una bella parlantina (deve averla sentita davanti al negozio), al che le ho chiesto se voleva vederla (avevo il cell sul tavolo) e mi ha detto "ma Manu, io la vedo sai", e allora perchè cacchio non mi saluti quando mi vedi, quando papà e mamma non ci sono perchè? Non è colpa sua lo so, lei alla fine sta nel mezzo di due fuochi e proprio per questo so che che non ci sarà un seguito. Ci siamo scambiate il cell, ci siamo date un bacio e mi è sembrata sola, cioè io lo ero quando stavo a casa, mi sentivo sola.

Da lunedì non l'ho ancora cercata, non voglio affrettare le cose, perchè ancora mi aspetto che arrivi mia madre a farmi una scenata, del tipo "come ti permetti di rifiutarci, dopo tutti i nostri sacrifci eccc.."
e spero non venga, sinceramente.

Mio marito di tutta la storia dice che se lei viene da noi lui è contento, per me, e che li non gli ha fatto nulla, ma i miei assolutamente no, ha troppa paura di ricominciare a bisticciare tra di noi.


lunedì 20 maggio 2013

E poi boh, a volte ritornano.

Dopo tutto questo tempo me ne esco con un post un pò così, avrei anche una bellissima notizia, ma ho bisogno di scrivere parlare...
In qualche vecchio post avevo accennato ai rapporti inesistenti con la mia famiglia, questa mattina mia sorella
è entrata in negozio. Stupore shock sorpresa, assolutamente non felicità. Ha cominciato a piangere e mi sono preoccupata. ho pensato fosse successo qualcosa a mio padre visto che bene non stava e mi ha detto di no, cercava di sorridere ma piangeva e pure io, l'ho mezza abbracciata e mi ha chiesto se potevamo vederci per un caffè e ovvio sì, ma solo noi le chiesto e lei mi ha detto di si. Alle 13 ci vediamo.

Ora ho paura, non sono felice e non perchè sia venuta ma perchè so cosa questo comporta, mia mamma sa che è venuta, gliel'ho chiesto, e questo è il problema. Dietro c'è lei, ne sono sicura al 99%.
Non voglio riallacciare i rapporti con loro, non voglio, non ora, no. Ora ho la mia tranquillità, la mia vita con mio marito e mia figlia, una suocera che mi aiuta in tutto e per tutto e un suocero che ogni tanto si intromette ma alla fine lo fa per noi. Ho la mia pace, non voglio mettere tutto in discussione, non voglio ricomnciare a bisticciare ad avere parole con mio marito, perchè a questo giro finiremmo per lasciarci, lo so.
Ho valutato i pro: sono sempre mio padre e mia madre e lui mi manca moltissimo, con lei sono incazzata nera, ma sarebbe una nonna favolosa per Ginevra, perchè è stata cmq una mamma favolosa, ma i contro9sono troppi e non saprei gestirli, anzi non so gestire lei, non riesco ad affrontarla, ho paura, mi  fa sentire in colpa, ce ne sarebbe da raccontare di cose.

Al momento accetterei solo mia sorella ma loro no ne devo trovare la forza di dirglielo chiaro in faccia, sonon stronza e d egoista ma penso solo alla mia vita e mi va benissimo così, non ho bisogno di loro, ora. Fa male ammettere questa cosa, dopo tutto non mi hanno mai fatto mancare nulla, sono stati favolosi come genitori, mi sono sempre sentita amata, nonostante mia madre lavorasse giorno e notte non mi sono mai sentita sola, poi crescendo le cose sono cambiate e tutto è diventato un inferno, per questo sono andata via di casa, sì sono scappata e mi sono costruita la mia vita e ora non posso rimetterla in discussione, non ce la faccio.

lunedì 18 marzo 2013

4 anni!

Eh sì, venerdì scorso la mia topolina ha compiuto 4 anni, abbiamo festeggiato con nonni e zii…ma lei aspetta la festa vera e propria, quella con le sue amichette. Ormai è grande e vuole festa da grande e mi sembra giusto!

Quest'anno ho ceduto e le ho detto di sì e alla fine dei conti saremo una cinquantina, si 50!
Io preparerà solo un paio di crostate, i panini al latte imbottiti e la torta, ed è quella che i preoccupa di più.

Perchè non la compro? perchè non voglio la classica torta da pasticceria, mi piace quella rivestita di pdz e con un bel topper, che quest'anno sarà my little pony.
Ci riuscirò? non  lo so, ci spero, il marito ci prova a convincermi a comprarla… :D

domenica 18 novembre 2012

No, no e ancora no.

Premessa, post di puro sfogo.
Da qualche settimana qui è un continuo no, urli, pianti, piedi che battono per terra, una lotta. Una continua lotta per tutto, per lavarsi, per vestirsi, per mangiare.
Sembra che tutto quello che le abbiamo insegnato sia stato spazzato via, cancellato, come aver schiacciato canc sul pc. E' logorante, snervante, mi esaurisce. Provo con calma a farla ragionare, a distrarla, ma poi c'è la volta che urlo, perchè non è possibile che a 3 anni e mezzo discute e dice nona tutto. ecco è un periodo difficile che si aggiunge al periodo che non era bello già di suo. Passerà, mi dico che è una fase, come sempre, ma è dura, tutti i momenti questi capricci a cui non sono abituata.
Passerà, spero presto.

martedì 11 settembre 2012

Ritorno a scuola!

Lunedì scorso (3 settembre) la topina ha ricominciato l'asilo/scuola materna/dell'infanzia...
Io, negativa come sempre, mi aspettavo un super pianto e i mille baci a braccia, mani, guance, testa e bocca ai quali mi ero abituata e invece ...rullo di tamburi..."mamma guarda c'è Giorgia e Chiara e ... ciao ..."
Inutile dire che ci sono rimasta un pò così, ben contenta eh.
Alle 11 sono andata a riprendermela perchè volevo lasciarla solo un paio di ore i primi giornie invece mi dice "mamma ma perchè non ho mangiato oggi? non si mangia?" :D
Dal giorno dopo ha quindi fatto tutto il giorno, anche la nanna (senza ciuccio e coperta) e senza versare una lacrima.
Ieri sono iniziate le lacrime e gli urli disumani "maaaammaaaaaaaaaaaaaaaa voglio stare con teeee",  era anche normale no? Tra le altre cose abbiamo anche la mammite acute ultimamente, non posso nemmeno lasciarla in macchina con suo papà, pazienza zero lui, che urla e scoppia a piangere!.
Ah e da quest'anno lei è mezzana (ceh in realtà non è vero) ma siamo sempre sulla scia del "io sono grande".

martedì 31 luglio 2012

Siamo ancora vivi eh....

Ma quanto tempo è passato dall'ultimo post??? troppo, lo so.
Però passo quasi tutti i giorni e leggo gli altri blog ma poi, anche per pigrizia, non aggiorno il mio! Vergogna.
Cmq  che dire...abbiamo levato il ciuccio, è arrivato il letto "da grande" , ed effettivamente sta diventando sempre più grande la topolina, con una testolina niente male (con mamma acquario, papà scorpione e nonna sagittario che pretendevo?)
In realtà vorrei raccontare tanto altro perchè c'è anche altro, ma non è il momento purtroppo, sperando che prima o poi arrivi sto benedetto momento.
Quindi per ora accontentatevi di queste news very very flash... :D