Google+ Followers

Pages

martedì 15 marzo 2011

Auguri amore mio!


Oggi la mia topolina ha compiuto 2 anni!!!
Mamma mia quanti cambiamenti...è una donnina ormai.
Mi fa impazzire, ogni cosa di lei mi fa impazzire, ogni sguardo, ogni smorfia, ogni gesto, tutto!
Anche quando fa la testarda e non ascolta, io LA ADORO, LA AMO!

Mi sta dando tante di quelle gioie che non avrei mai immaginato.
Anche e soprattutto in questo periodo basta un suo piccolo sorriso o un "mammaaa" e mi torna subito il sorriso.

Tutte le mamme lo sanno, non ci sono parole per descrivere tutto ciò che ti da un figlio, ti riempie il cuore, la vita, di gioia, amore, serenità felicità.

Grazie amore mio!
Papà e Mamma


lunedì 7 marzo 2011

Non ci sono parole.

Questo è davvero un brutto periodo, oggi abbiamo fatto un'altra visita dal cardiologo che ha confermato quanto ci aveva già detto , mio marito è da operare, a Milano o Parma, da uno che fa solo ed esclusivamente questo tipo di operazioni.
E vabbè, speriamo bene.

Nel giro di 2 giorni due persone mi hanno detto la stessa cosa, mio papà ha un tumore alla prostata, già operato, preso tardi.
Questo è tutto quello che so. Io con la mia famiglia non parlo da ormai 3 anni o poco più.
Li vedo tutti giorni o quasi perchè sono vicini di negozio, è tremendo ma ormai sono abituata.
ultimamente avevo visto mio padre in tuta e cappello, e mi era sembrat strano, lui con la tuta, mai visto e il cappello solo per portare a far ppipì il cane.
Però non gli ho dato troppo peso.

Ora, io non so cosa fare. per me tumore = morte.
E' morta sua sorella che non aveva nemmeno 40 anni, è morta la figlia pochi anni dopo, 18 anni.
Ho paura, ho un peso dentro, lo chiamo, vado o non vado?
Non è semplice, intanto perchè so che mi troverei un portone chiuso in faccia e poi perchè non ho il coraggio di affrontare mia mamma.
I miei problemi sono con lei, non ci capiamo, non ci siamo mai capite, ho paura di ricominciare tutto da capo, le liti, i bisticci, lei ha un carattere forte e io non ho mai reagito, salvo quando me ne sono andata da casa. E' stata durissima continuare a vivere la mia vita ma ci sono riuscita, ora sono più forte, ma al pensiero di affrontarla sono una debole, ho paura.

Poi penso a mio padre, vorrei dirgli solo un semplice ti voglio bene, vorrei che conoscesse sua nipote, so che potrebbe darle tantissimo amore, come ne ha sempre dato a me.

Nonostante tutto quello che gli han fatto, mio marito mi ha detto di andare, perchè non devo aver rimpianti, è mio padre, di portarli la bambina e di dirle è tua nipote.