Google+ Followers

Pages

domenica 18 novembre 2012

No, no e ancora no.

Premessa, post di puro sfogo.
Da qualche settimana qui è un continuo no, urli, pianti, piedi che battono per terra, una lotta. Una continua lotta per tutto, per lavarsi, per vestirsi, per mangiare.
Sembra che tutto quello che le abbiamo insegnato sia stato spazzato via, cancellato, come aver schiacciato canc sul pc. E' logorante, snervante, mi esaurisce. Provo con calma a farla ragionare, a distrarla, ma poi c'è la volta che urlo, perchè non è possibile che a 3 anni e mezzo discute e dice nona tutto. ecco è un periodo difficile che si aggiunge al periodo che non era bello già di suo. Passerà, mi dico che è una fase, come sempre, ma è dura, tutti i momenti questi capricci a cui non sono abituata.
Passerà, spero presto.

8 commenti:

Tamara ha detto...

Ciao... come ti capisco! Tieni duro, mi raccomando.
Forse potrebbe aiutarti utilizzare il "metodo degli stickers". Io lo faccio con le faccine. Cercare di mettere in evidenza solo le belle cose. Quindi... faccina triste per le "brutte cose" e faccina felice quando fa quello che tu le chiedi senza capricci. Io ho deciso che alla quinta faccina felice avrà un premio e alla quinta triste una punizione (togliere qualcosa a cui tiene molto). I miei però decidono se prendere subito il premio alla quinta faccina o se raccoglierne altre per avere un premio più bello.
Trovo che sia piuttosto utile...

lady ha detto...

Ciao tesoro, come sempre hai delle belle idee. Che dire proverò. un abbraccio

Barbara ha detto...

Ciao Lady, ti rispondo anche qui caso mai non lo vedessi sul mio blog.
Per fare la ricetta con il rotolo di pane al pesto di olive, io uso il forno ventilato.
Fammi sapere come ti viene e tantissimi auguri!
Barbara

Claudia Annie Amore Vero ha detto...

GIVEWAY per festeggiare il 2° compleanno del mio blog "Le ricette dell'Amore Vero!!! ♥
IL VINCITORE POTRA' SCEGLIERE IN REGALO IL SUO LIBRO PREFERITO!!!
Per partecipare clicca qui:
http://www.lericettedellamorevero.com/2013/01/giveway-premio-blog.html

Siro ha detto...

Ciao, sono passata a trovarti, visto che sei la mia prima follower ufficiale (l'altro è mio marito!).
Come forse avrai letto da me, sono nella stessa situazione, che ti posso dire? pat pat.
Sulla logica premi punizioni il famoso "amarli senza se e senza ma" dice che è IL MALE, ma forse avrai anche letto che io quel libro non l'ho ancora finito, quindi non saprei assolutamente suggerirti una alternativa.
Quando ho un po' di tempo mi leggo un po' il tuo blog, ma non scrivi più?
Ieri sera avevo provato a commentare dall'iphone ma non sono riuscita, non mi prendeva il maledettissimo codice ciccia. Spero di essere più fortunata da pc!

Siro ha detto...

ho cercato di rispondere a questo post almeno 4 volte, ma da iphone non ce la posso fare. una volta che sono più in forma riproverò, intanto sono passata a dirti che ti ho dato un premio, passa da me, magari ti torna la voglia di scrivere. ;-)
spero sia tutto ok.

Silvia - Mamma Imperfetta ha detto...

Ci vuole solo un esercizio di pazienza costante e quotidiano. E' una fase lunga, spesso si protrae fino ai 4-5 anni. Più tieni la calma tu, più riesci a parlare, più risultati ottieni.
E a volte, basta un abbraccio.
Non sentirti in colpa per le urla, non è funzionale a nulla e ti fa stare male.
Un abbraccio.

lady ha detto...

Grazie Silvia.